Vita quotidiana nella Firenze medievale: Palazzo Davanzati

Affreschi, sculture, dipinti e oggetti rari: una visita per riscoprire le nostre tradizioni e origini

Palazzo Davanzati

In evidenza

Un’antica casa fiorentina che, con i suoi straordinari ambienti decorati, ci permetterà di compiere un viaggio indietro nel tempo, alla scoperta di usi, costumi e tradizioni della città medioevale.

  • La vita quotidiana tra Medioevo e Rinascimento
  • La cucina, le sale madornali ed altri ambienti domestici
  • Gli arredi e le decorazioni di un’antica dimora
  • La Camera della Castellana di Vergy
  • Il Gioco del Civettino e il Trionfo dell’Amore dello Scheggia

Maggiori informazioni

Una visita a palazzo Davanzati, splendido esempio di dimora trecentesca e testimonianza importante del passaggio dalla torre medievale alla dimora rinascimentale, non potrà che avere inizio dall’esterno. La sua imponente facciata, articolata su tre piani sormontati dall’altana, ancora conserva testimonianze che ci raccontano gli usi del vivere quotidiano.

Il palazzo fu costruito da una potente famiglia di mercanti e banchieri, i Davizzi, che intorno alla metà del XIV secolo vollero la propria dimora nella stessa via in cui vi erano le più agiate famiglie fiorentine. Solo nel 1578 passò di proprietà ai Davanzati, che vi soggiornarono per oltre due secoli e mezzo. La loro presenza è ancora oggi ricordata dallo stemma con l’arme della casata posto sul prospetto.

Passando dall’ampia loggia d’ingresso, ambiente semi pubblico e luogo di ritrovo per trattative d’affari, proseguiremo il nostro percorso all’interno del cortile. Da qui avremo modo di osservare la struttura interna dell’edificio e le sue ingegnose accortezze, come il riutilizzo dell’acqua che permetteva un’agiata vita domestica.

Il cortile consente l’ingresso ai piani superiori. In ciascun piano si susseguono, con lo stesso schema, gli ambienti: la sala madornale, la sala da giorno, lo studiolo e la camera da letto con soffitti a travi in vista e decorazioni a finta tappezzeria. Stupiranno per le ricche decorazioni la Sala dei Pappagalli, la Camera dei Pavoni e in particolare la Camera da letto della Castellana di Vergy, lungo le cui pareti viene raccontata una coinvolgente storia di amore, di passione e di tradimento, a monito per la coppia di sposi che qui si coricava.

Nella visita scopriremo quindi gli ambienti domestici, anche quelli più intimi, come gli “agiamenti”, o servizi, presenti su tutti i livelli, testimonianza delle comodità con le quali vivevano i Davizzi, ma potremo anche osservare l’arredamento e gli oggetti di uso quotidiano. Giunti al terzo piano visiteremo la Camera delle Impannate e la cucina. Quest’ultima, posta in alto per l’elevato rischio di incendi, disponeva di un grande tavolo e di un camino. Un ambiente che suscita grande interesse, difficilmente visitabile in altri palazzi, e che ci offrirà la possibilità di raccontare le abitudini alimentari nel Medioevo, dalla scansione dei pasti durante la giornata, alle tipologie di alimenti e bevande che venivano consumate. Ci fermeremo anche ad osservare i vari arnesi da cucina che venivano impiegati e le “attrezzature” che le donne di casa utilizzavano per filare e per tessere.

Un viaggio alla scoperta delle nostre origini, arricchito anche da opere d’arte di pregio, come il desco da parto dello Scheggia con il Gioco del Civettino. Il tutto a restituirci il grande valore della quotidianità.

Evento non in programma

Dettagli

  • Luogo di incontro: via Porta Rossa, 13 – Firenze
  • Durata della visita: 1 ora e mezzo circa
  • Target: adulti
  • Costo della visita guidata: € 12,00 incluso il sistema radio auricolare. È escluso il biglietto di ingresso al museo

Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti disponibili.
Tutte le visite saranno condotte da storici dell’arte e architetti abilitati all’esercizio della professione di guida turistica.
Le visite saranno attivate solo ove si raggiunga un numero minimo di 10 partecipanti.
Date, orari e costi di ingresso delle visite, strettamente riservate ai nostri soci, potranno subire variazioni in ragione di eventi straordinari non dipendenti dall’associazione (modulo di iscrizione all’associazione).

Ci incontriamo qui

    Prenota questo evento a Firenze

    Nome e cognome

    Telefono

    Email

    Data evento

    Numero partecipanti

    Note (specificare la presenza di minori e indicare la loro età):

     

    ATTENZIONE!
    Per registrare la prenotazione è necessario spunatre la casella di accettazione del trattamento dei dati personali