&nbps;
Leggende fiorentine

Piazze e monumenti di Firenze raccontati attraverso leggende, aneddoti e curiosità

Non solo arte! Memoria popolare, fiabe incantate e credenze antiche a svelare la città del Rinascimento


Sabato 3 marzo _ dalle ore 15,00 alle ore 16,30

Leggende fiorentine – Un giro città insolito guidato dalle più celebri leggende popolari fiorentine. Non solo arte: storie, curiosità e aneddoti per scoprire sotto nuova luce alcuni dei luoghi e monumenti più noti della città di Firenze.

Firenze è città d’arte, si sa. Ma è anche città di leggende, di mistero e di miracoli. Ogni suo palazzo e piazza, ogni sua via o chiasso nasconde un lato “oscuro”. Persino i monumenti più noti hanno alle loro spalle storie fantastiche, di animali immaginari e ingenui diavoli, di prodigiosi eventi e curiose streghe. Sono storie e leggende tratte in gran parte da memoria popolare mai sconfitta, dalle fiabe incantate degli antenati, dai ricordi delle nonne, da credenze tramandate di bocca in bocca. Sono quelle storie che ci faranno vivere una Firenze d’altri tempi, dove nessuno poteva dirsi escluso dalla pungente ironia dei suoi cittadini.
E così, lungo le strade della città, racconteremo quegli aneddoti che ci faranno vedere con occhi nuovi i monumenti più illustri della città gigliata.
Per calarci nell’atmosfera, senza svelare tuttavia ogni curiosità che andremo a raccontare, ecco una delle leggende della tradizione più note con cui si darà inizio alla visita.
La passeggiata si aprirà davanti alla Loggia del Bigallo, quella struttura, spesso trascurata, che fu di grandissima importanza nella Firenze del Trecento: essa serviva in antico ad esporre al pubblico i fanciulli smarriti o abbandonati affinché fossero rintracciati, riconosciuti o adottati. Un precedente importante, insomma, per il futuro Ospedale degli Innocenti.
Sulla facciata della Loggia venne affrescato, in pieno Rinascimento, un episodio prodigioso che aveva visto protagonista il domenicano Pietro da Verona, meglio noto come San Pietro Martire: il Miracolo del cavallo infuriato. L’episodio, accaduto durante il soggiorno fiorentino di quel santo, divenne tanto popolare da essere portato di bocca in bocca per secoli, o di immagine in immagine, fino ai nostri giorni. Ma non solo. Esso stimolò anche la fantasia e la creatività di grandi artisti del passato.
Si dice infatti che una volta, nel lontano 1578, cenando il nobiluomo Bernardo Vecchietti nel proprio palazzo con l’amico e scultore Giambologna, avesse preso a raccontargli quella storia, di come Pietro, frate domenicano, si fosse distinto per la sua battaglia contro gli eretici proprio a Firenze, di come avesse saputo incantare le folle con i suoi sermoni infuocati e di come quella volta, nell’antica piazza delle Cipolle (oggi della Repubblica), gli fosse apparso il diavolo nelle sembianze di “un cavallo nero infuriato” e di come infine quello l’avesse sconfitto con una parola soltanto. Si dice che il fiammingo fosse rimasto tanto sconvolto dal racconto da mettersi subito all’opera, il giorno successivo, nella creazione di un “diavolino”, quel Diavolino che ancora oggi si può ammirare (in copia) sull’angolo del palazzo Vecchietti, nei pressi di piazza Strozzi.

Luogo d’incontro: Piazza San Giovanni, 1 (presso la Loggia del Bigallo)
Target: Adulti
Costo: € 10,00


Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti disponibili. Tutte le visite saranno condotte da storici dell’arte e architetti abilitati all’esercizio della professione di guida turistica. Le visite saranno attivate solo ove si raggiunga un numero minimo di 10 partecipanti. Date e orari delle visite, strettamente riservate ai nostri soci, potranno subire variazioni in ragione di eventi straordinari non dipendenti dall’associazione (modulo di iscrizione all’associazione).

PRENOTA ADESSO

Nome e Cognome
Telefono
e-mail
Numero partecipanti
Titolo Evento/Attività
Data dell'evento

Note (specificare la presenza di minori e indicare la loro età):

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi