&nbps;
San Lorenzo, interno
Sabato 28 aprile _ dalle ore 15,00 alle ore 17,00

Il felice connubio tra architettura e opere d’arte in uno dei luoghi più rappresentativi del Rinascimento fiorentino

Una visita alla Basilica di San Lorenzo la cui storia fu indissolubilmente legata a quella della dinastia medicea

La chiesa medicea e i suoi capolavori: San Lorenzo – La basilica dai mille volti, scrigno prezioso di grandi capolavori, ci invita alla scoperta dei maggiori protagonisti del Quattrocento. Da Brunelleschi a Michelangelo, da Filippo Lippi a Donatello: un viaggio nel secolo d’oro del Rinascimento.


Itinerario

Quando ci si appresta a visitare la basilica di San Lorenzo, non si può fare a meno di raccontare le vicende e i protagonisti della famiglia Medici, che hanno indissolubilmente legato la storia della chiesa a quella della dinastia. E’ proprio qui che vennero celebrati matrimoni, battesimi, cerimonie e funerali dei membri della casata ed è qui che quelli trovarono sepoltura.

Fu proprio il capostipite della famiglia, Giovanni di Bicci, ad affidare la ricostruzione della chiesa di San Lorenzo, prima cattedrale fiorentina nel IV secolo d.C., a Filippo Brunelleschi che diresse il cantiere fino alla sua morte, avvenuta nel 1446.

Dal sagrato della basilica, dove racconteremo le annose vicende legate alla facciata e al progetto michelangiolesco, entreremo nei suoi spazi interni dove si verrà accolti dalle serene e armoniche forme brunelleschiane. Sarà difficile distogliere lo sguardo dal gioco di bicromia tra il grigio della pietra serena e il bianco dell’intonaco, dalla ripetizione ritmica delle membrature architettoniche o, più in generale, dalla suggestiva chiarezza e ariosità degli spazi. Ma dovremo farlo. Per andare a scoprire i numerosissimi capolavori qui conservati. Ammireremo i Pulpiti bronzei di Donatello, il Martirio di San Lorenzo di Agnolo Bronzino, pittore prediletto da Cosimo I dei Medici, la bella pala d’altare, appena restaurata e raffigurante l’Annunciazione, che Filippo Lippi realizzò per la cappella della famiglia Martelli e, ancora, il Tabernacolo del Santissimo Sacramento del delicatissimo Desiderio da Settignano.

Di grande suggestione sarà la visita della Sagrestia Vecchia di Filippo Brunelleschi, uno dei primi progetti del celebre architetto fiorentino in cui la sua visione architettonica si concretizza pienamente nei volumi geometrici accuratamente spartiti secondo precisi rapporti proporzionali: un vano cubico coperto da una cupola a spicchi, uno spazio di grande eleganza, semplice e rigoroso, decorato dagli splendidi stucchi policromi di Donatello. Un connubio che fa di questo luogo una delle creazioni più affascinanti ed rappresentative dell’arte del primo Rinascimento fiorentino.

La visita alla Basilica di San Lorenzo diventa quindi una coinvolgente esperienza nella storia e nell’arte del secolo d’oro

Luogo d’incontro: Piazza San Lorenzo (sagrato della chiesa)
Target: Adulti
Costo:  € 10,00 escluso il biglietto d’ingresso (gratuito per i residenti di Firenze e provincia)


Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti disponibili.
Tutte le visite saranno condotte da storici dell’arte e architetti abilitati all’esercizio della professione di guida turistica.
Le visite saranno attivate solo ove si raggiunga un numero minimo di 10 partecipanti.
Date e orari delle visite, strettamente riservate ai nostri soci, potranno subire variazioni in ragione di eventi straordinari non dipendenti dall’associazione (modulo di iscrizione all’associazione).

PRENOTA ADESSO

Nome e Cognome
Telefono
e-mail
Numero partecipanti
Titolo Evento/Attività
Data dell'evento

Note (specificare la presenza di minori e indicare la loro età):

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi