&nbps;
Perugino, Crocifissione
Giovedì 22 febbraio _ dalle ore 15,30 alle ore 17,00

La pittura fiorentina ai tempi del Savonarola nel convento delle carmelitane in Borgo Pinti

La Crocifissione, il capolavoro della maturità di quel pittore che fu conteso da principi, regnanti e grandi signori

Una visita alla sala Capitolare del convento di Santa Maria Maddalena de’ Pazzi, all’interno del ‘liceo Michelangelo’ nel moderno quartiere della Mattonaia, per raccontare un illustre artista della fine del Quattrocento, Perugino, con una delle sue opere più note, la Crocifissione con la Vergine e santi, eseguita su committenza della famiglia Pucci.


Itinerario

Nascosto in un angolo della città poco frequentato, il convento di Santa Maria Maddalena de’ Pazzi, appartenente in origine alle “convertite o penitenti” dell’ordine benedettino, poi ai cistercensi della Badia a Settimo e infine alle carmelitane che l’abitarono fino al momento delle soppressioni postunitarie, nasconde al suo interno tesori inestimabili, quali l’affresco con la Crocifissione, la Vergine e santi, eseguito dal Perugino allo scadere del secolo.

L’affresco, considerato la prova più straordinaria dell’artista, venne eseguito, su committenza di Dionigi e Giovanna Pucci per un compenso di 55 ducati d’oro, quando ancora il convento era abitato dai frati cistercensi. Ma poi, all’inizio del Seicento, arrivarono le monache di clausura di Santa Maria Maddalena de’ Pazzi e dell’opera se ne perse memoria. Soltanto dopo il trasferimento altrove delle religiose, due secoli più tardi, l’affresco tornò visibile e da quel momento divenne uno dei lavori più apprezzati di “Mastro Piero della Pieve a Chastello perugino”.

La sala capitolare che avremo occasione di visitare presenta una copertura con volte a crociera, sorrette da peducci addossati alle pareti. Al di sotto delle arcate della parete orientale, il Perugino, tenendo ben presente la struttura della sala, andò ad ambientare la grandiosa Crocifissione, dividendola in tre scomparti ma unificandola attraverso un paesaggio continuo e rarefatto. Tra le dolci colline punteggiate da esilissimi alberelli e da diversi laghetti avvolti da una leggera foschia, si svolge l’evento sacro: nel pannello centrale, quasi si trattasse di un trittico medievale, Cristo troneggia dall’alto della croce, sullo sfondo di un cielo velato da nubi rosate. Ai suoi piedi si inginocchia la Maddalena, chiara allusione alle ‘pentite’ che venivano accolte, a quel tempo, nel convento. Al fianco del Salvatore, da una parte, la Vergine Maria e San Bernardo di Chiaravalle, fondatore dell’ordine dei Cistercensi e, dall’altra, San Giovanni Evangelista e San Benedetto.
L’intonazione di tutta la composizione è aulica e contemplativa, pochi i personaggi e raccontati in maniera estremamente sobria, con una gamma cromatica tenue e delicata, stesa con velature trasparenti sovrapposte.  

Un Perugino all’apice della sua carriera fiorentina, anni prima di essere ferocemente criticato per la sua ripetitività, un pittore capace, qui come in molte altre sue opere degli stessi anni, di emozionare con una pittura armonica e pacata, vibrante ma sapientemente equilibrata, silenziosa eppure carica di sentimento. Quel Perugino apprezzato e celebrato che, conteso da principi, regnanti e grandi signori, formò una generazione intera di giovani artisti, tra cui il giovane Raffaello.

Luogo d’incontro: Via della Colonna, 9
Target: Adulti
Costo: € 10,00 con ingresso libero


Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti disponibili.
Tutte le visite saranno condotte da storici dell’arte e architetti abilitati all’esercizio della professione di guida turistica.
Le visite saranno attivate solo ove si raggiunga un numero minimo di 10 partecipanti.
Date e orari delle visite, strettamente riservate ai nostri soci, potranno subire variazioni in ragione di eventi straordinari non dipendenti dall’associazione (modulo di iscrizione all’associazione).

PRENOTA ADESSO

Nome e Cognome
Telefono
e-mail
Numero partecipanti
Titolo Evento/Attività
Data dell'evento

Note (specificare la presenza di minori e indicare la loro età):

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi