&nbps;
Cerreto Guidi, villa medicea
Cerreto Guidi, villa medicea
Sabato 15 settembre _ dalle ore 15,00 alle ore 16,30

Quella residenza che fu, secondo leggenda, luogo del violento assassinio di Isabella dei Medici per mano del marito, Paolo Giordano Orsini

Un viaggio nella storia, nella vita quotidiana, nelle abitudini e nei costumi della famiglia che governò Firenze per oltre tre secoli: i Medici

La villa di Cerreto Guidi tra arte, delitti e misteri – Nel cuore del Valdarno inferiore, in quel piccolo borgo che fu feudo dei potentissimi conti Guidi, si erge la villa che Cosimo I dei Medici volle far costruire per i suoi momenti di riposo dalla vita pubblica e per le sue amatissime cacce. Edificata su progetto di Bernardo Buontalenti, la residenza saprà stupire per la sua eleganza e bellezza e saprà conquistarci con i suoi misteri e le sue leggende.


Itinerario

Le ville medicee furono luoghi di svago e di piacere, concepiti per esaltare l’armonia tra uomo e natura, fattorie modello in cui sperimentare nuove tecniche di produzione ed allevamento o strategici avamposti per il controllo del territorio. Non fa eccezione il “palazzo murato di nuovo” di Cerreto Guidi, fatto edificare da Cosimo I su progetto, probabilmente, dell’architetto Bernardo Buontalenti. Ma Cerreto Guidi deve tanta della sua fama ad uno dei più famosi e misteriosi fatti di sangue del Rinascimento: l’improvvisa (e cruenta) morte di Isabella de’ Medici, figlia prediletta di Cosimo I ed Eleonora di Toledo.

Scopriremo infatti che proprio nella villa che il padre aveva eletto come luogo di predilezione per la caccia e come sosta ideale nei lunghi viaggi della corte tra Firenze e Livorno, in un caldo giorno del luglio 1576, venne ritrovata morta Isabella. Bella, intelligente, arguta, raffinata e libera, la sua vita venne stroncata,  ufficialmente, da un malore accorsole mentre si lavava il capo. Ma alcuni testimoni annotarono nei loro diari che “parse a chi la vidde un mostro tanto era nera e brutta”, e subito i sospetti ricaddero sul marito, Paolo Giordano Orsini. Studi recenti e carte d’archivio appartenenti alla famiglia Orsini, racconterebbero una storia diversa, aprendo nuovi dubbi su un fatto di cronaca così famoso da essere riproposto in drammi e melodrammi nel corso dell’Ottocento.

E se non bastasse questo mistero del passato, ecco che la serie dei grandi ritratti dinastici che ornano le sale, rappresenteranno lo spunto per ricordare molte altre vicende di casa Medici: dalla tanto sospirata ascesa al soglio pontificio del figlio del Magnifico, al consolidamento del potere di Cosimo I, fino ai matrimoni infelici della discendenza del primo granduca. Sarà anche l’occasione per vedere in uno dei suoi rari ritratti Maria Maddalena, figlia di Ferdinando I e Cristina di Lorena, nata “malcomposta nelle membra” e pertanto costretta a vivere rinchiusa nel palazzo della Crocetta, creato appositamente per lei accanto al monastero omonimo.

Passeggiando per le sale, affrescate in stile neoclassico dai proprietari che abitarono la villa dopo che i Lorena ne decretarono la vendita all’asta, ammireremo anche i pezzi più importanti del museo storico della caccia e del territorio, che vanta una raccolta di oltre trecento esemplari tra armi da caccia e da tiro.

La collezione di arredi, arazzi e dipinti sarà invece l’occasione per raccontare la vita quotidiana in una villa suburbana e l’arte tutta al femminile di alcune artiste, tra cui spiccano i nomi di Lavinia Fontana e Angelica Kauffmann.

Luogo d’incontro: Via dei Ponti Medicei 7, Cerreto Guidi, Firenze
Target: Adulti
Costo: € 12,00 con ingresso libero


Prenotazione obbligatoria fino a esaurimento posti disponibili.
Tutte le visite saranno condotte da storici dell’arte e architetti abilitati all’esercizio della professione di guida turistica.
Le visite saranno attivate solo ove si raggiunga un numero minimo di 10 partecipanti.
Date e orari delle visite, strettamente riservate ai nostri soci, potranno subire variazioni in ragione di eventi straordinari non dipendenti dall’associazione (modulo di iscrizione all’associazione).

PRENOTA ADESSO

Nome e Cognome
Telefono
e-mail
Numero partecipanti
Titolo Evento/Attività
Data dell'evento

Note (specificare la presenza di minori e indicare la loro età):

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi